LIBERATE LE PUSSY RIOT

LIBERATE LE PUSSY RIOT

Le Pussy Riot raccontano di “umiliazioni senza fine” in prigione, come visite ginecologiche forzate quasi ogni giorno per tre settimane.

Uscite di prigione più agguerrite che mai, Maria Alyokhina e Nadezhda Tolokonnikova dicono di volere l’assoluzione, da Vladimir Putin, non l’amnistia. E si impegnano a dedicare le loro energie per cambiare il sistema politico in Russia e migliorare le condizioni all’interno delle sue prigioni.

Annunci

Informazioni su senonoraquandofirenze work in progress

Comitato SNOQ Firenze work in progress senonoraquandofirenze@gmail.com
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in DONNE. Contrassegna il permalink.